Marsullo cantante a una comunione, attende le richieste del pubblico

Se vuoi Marsullo a cantare al tuo matrimonio ti basta una semplice email (ph: Alec Cani)

Mi chiamo Marco Marsullo e sono nato a Napoli nel 1985. In giro su internet troverete un sacco di storie strane sul mio conto: che una volta ho rapito un panda, che ho minacciato il Giappone con armi di distruzione di massa, che ho conosciuto me stesso a 40 anni, ma solo di sfuggita a una festa. Tuttavia, l’unica biografia autorizzata e reale è questa. Miei racconti sono sparsi in antologie di diverse case editrici (Toilet n.17 e n.22, NEO Edizioni, Elliot, Ad est dell’equatore, ecc).
Nel 2009 ho pubblicato un’antologia di racconti per un piccolo, e onesto, editore abruzzese, la Noubs Edizioni (al quale resterò sempre molto grato), dal titolo: “Ho Magalli in testa ma non riesco a dirlo“.

Il mio primo romanzo si chiama “Atletico Minaccia Football Club” (Einaudi Stile Libero, 2013), che ha vinto il premio Geiger opera prima ed è stato tradotto in Olanda (da Manon Smits) con il titolo “Buiten Spel“. Grazie a questo libro sono stato ospite fisso a “Quelli che il calcio” su Rai Due, rendendomi oggi, a pieno titolo, una meteora televisiva.
Il secondo, uscito nel giugno del 2014 con Einaudi Stile Libero, è “L’audace colpo dei quattro di Rete Maria che sfuggirono alle Miserabili Monache“.
Nell’ottobre del 2014 è uscito, scritto insieme a Paolo Piccirillo, “Dio si è fermato a Buenos Aires” (Laterza – Contromano).
Invece, il mio terzo romanzo è “I miei genitori non hanno figli, in libreria dal 15 settembre 2015, edito sempre da Einaudi Stile Libero. Questo libro è stato finalista al Premio Zocca, al Premio Rieti, ha vinto una menzione speciale al Premio Il Molinello (menzione speciale vuol dire che il libro è piaciuto per qualche motivo, ma che non ha vinto il vero premio). Ah, ha perso in finale pure al Premio Badìa. Il dato che emerge è che ‘sto libro arriva in finale e perde sempre. Vabbè, vinceremo con il prossimo.
Con questo romanzo sono stato anche ospite di Fabio Fazio e Luciana Littizzetto a “Che tempo che fa”, nell’ottobre del 2015.
A maggio del 2016 con Rizzoli è uscito “Il tassista di Maradona“, biografia romanzata di Jorge “Magico” Gonzalez.
Il mio nuovo romanzo si chiama “Due come loro“, in libreria dal 20 marzo 2018, per Einaudi Stile Libero.

Dal marzo del 2013 scrivo come editorialista sulla Gazzetta dello Sport e, anche da prima, sul Corriere del Mezzogiorno (dove, però, non parlo di pallone, ma di altre cose).

Ho pure una pagina Wikipedia, ma non chiedetemi perché.